Home Bandi

0 143

Si informano gli agricoltori dell’uscita del bando per gli interventi di miglioramento e valorizzazione ambientale a fine venatorio per l’anno 2019.
Il Comitato di Gestione dell’ATC 2 apre le seguenti misure e disposizioni procedurali:
Misura 1. Ripristino e/o conservazione di spazi naturali o seminaturali del paesaggio agrario:
D) ripristino di incolti
Misura 2. Colture a perdere idonee al rifugio e all’alimentazione della fauna selvatica
B) grano-orzo (varietà senza resta);
G) favino
Misura 3. Posticipazione delle operazioni colturali
A) stoppie di grano- orzo (varietà senza resta).

Zone d’intervento
Misure 1-2-3 zone montane (art. 18 del Reg. CE 1257/99)
Misura 3 zone svantaggiate (art. 19 del Reg. CE 1257/99)

Le misure aperte nelle disposizioni procedurali non sono cumulabili con le misure eventualmente previste nel P.S.R. per l’Umbria 2014-2020 atte alla costituzione e/o conservazione di aree di riproduzione e di alimentazione della fauna selvatica, e con la domanda di risarcimento per danni da fauna selvatica alle colture agricole (qualora trattasi di coltura a perdere). Possono partecipare proprietari, conduttori o comunque possessori a qualsiasi titolo, purchè dimostrabile, di terreni agricoli ricadenti nel territorio di competenza dell’A.T.C PG 2; la superficie minima deve essere almeno 0,40 Ha e costituita da un’unica particella o da un insieme di particelle tra loro contigue, in modo tale da costituire un unico corpo della superficie minima di 0,40 Ha.

Per le domande presentate a cura delle Associazioni di categoria, tutta la documentazione è già presente nel fascicolo del produttore, per quelle presentate tramite O.P. devono essere allegate alla domanda solo le planimetrie catastali con le particelle richieste a contributo debitamente evidenziate e devono inoltre essere riportate le superfici nette a premio, senza tare.
Le domande devono essere presentate entro le 12.00 del 13 marzo 2019.

SCARICA BANDO

 

0 666

Pubblicato il nuovo bando regionale per la Ristrutturazione e la Riconversione dei Vigneti.

Beneficiari sono gli imprenditori agricoli titolari di P. IVA con codice agricolo, iscritti alla C.C.I.A.A. nel registro imprese agricole, che abbiano costituito e aggiornato il fascicolo aziendale e che abbiano il possesso dei terreni a titolo di proprietà, usufrutto e affitto; in quest’ultimo caso la durata residua del contratto di affitto deve essere tale da coprire l’intero periodo vincolativo previsto (5 anni dalla data ultima prevista per la comunicazione di impianto e di fine dei lavori).

Gli interventi ammissibili per il sostegno alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti può riguardare una o più delle seguenti tipologie di intervento:

  1. A) Riconversione varietale, che consiste nel reimpianto con modifica della varietà e/o sovrainnesto
  2. B) Ristrutturazione, che consiste nel reimpianto senza riconversione varietale.

C1) Modifica della struttura di sostegno, esclusa l’ordinaria manutenzione. L’intervento deve riguardare almeno il 75% della struttura di sostegno (pali, fili, ecc) della superficie richiesta.

C3) Rinfittimento e/o rimpiazzo di fallanze all’interno di un vigneto (da min. 15% a max 30% del numero di viti)

I beneficiari devono essere in possesso di autorizzazioni all’impianto, in alternativa impegnarsi ad estirpare un vigneto esistente (reimpianto anticipato) o estirpare un vigneto acquisendo la relativa autorizzazione.

I beneficiari già in possesso di autorizzazioni derivanti dalla conversione di un diritto di impianto proveniente dalla riserva regionale o di un diritto di reimpianto acquistato da altri produttori possono accedere agli aiuti previsti dalla misura solo fino al presente bando.

Al fine di essere finanziati vanno comunque rispettati dei parametri minimi; se ne elencano alcuni:

  • interventi che riguardino esclusivamente la produzione di vini DOPG/DOP/IGP
  • superficie di intervento pari ad almeno 5000 metri quadrati (il limite scende a 3000 mq in caso di domanda aderente ad un progetto collettivo o per aziende con superficie vitata inferiore o uguale a 1 Ha) e massima pari a 10 Ha
  • devono essere impiantati almeno 3000 ceppi ad ettaro
  • le uniche forme di allevamento previste sono il cordone speronato e il guyot
  • il materiale vivaistico (barbatelle, marze) deve essere delle categorie “certificato” o “standard”.

Per produttori che aderiscono all’azione “estirpazione e reimpianto”, le operazioni e le spese per l’estirpazione degli impianti vitati oggetto di intervento sono ammissibili a contributo solo se realizzate e sostenute dopo il 10 ottobre 2018.

Le tipologie di domanda consentite sono:

  • Con pagamento dell’aiuto anticipato per un importo pari all’80% (previa fidejussione), in questo caso la rendicontazione dei lavori deve avvenire entro il 20 giugno 2019 o entro il 20 giugno 2020, compatibilmente con la durata delle autorizzazioni all’impianto;
  • Con pagamento a collaudo, in questo caso la rendicontazione dei lavori deve avvenire entro il 20 giugno 2019.

Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute successivamente alla data di presentazione telematica della domanda sul portale SIAN. Le modalità di pagamento previste sono esclusivamente bonifici e ricevute bancarie; non sono ammessi i pagamenti con assegni bancari o postali o in contanti.

La scadenza della presentazione telematica delle domande è stata prorogata al 13 luglio 2018, la documentazione cartacea deve essere trasmessa alla Regione Umbria entro il 20 luglio 2018.

Per tutte le informazioni necessarie e per la presentazione delle domande di aiuto è possibile prendere un appuntamento con i nostri tecnici.

0 1003

Pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione e l’istruttoria delle domande di sostegno, annualità 2018, a valere sulla sottomisura 12.1 del PSR per l’Umbria 2014/2020.
L’indennità prevista dalla misura è concessa ai soggetti che esercitano attività agricola nei siti Natura 2000, e che hanno delle condizioni di “svantaggio” determinati dall’adozione dei vincoli contenuti nei Piani di gestione.
Le domande devono essere presentate a far data dall’approvazione del bando e non oltre la data del 15 maggio 2018, sulla base dei dati contenuti nel fascicolo aziendale aggiornato e validato.

0 1245

Pubblicato dalla Regione Umbria il bando per l’accesso ai finanziamenti previsti dal Programma nazionale 2017/2019 – Sottoprogramma regionale – Annualità 2017/2018.
Gli aiuti sono concessi per la realizzazione di interventi destinati a migliorare le condizioni di produzione e commercializzazione del miele attraverso la riduzione dei costi di produzione, l’ottimizzazione della lotta agli aggressori e malattie dell’alveare e l’incremento del livello professionale degli addetti.

Scarica il bando

 

0 1646

Con determinazione dirigenziale del 22 settembre, la regione dell’Umbria ha sancito la possibilità per i  beneficiari di domande presentate a decorrere dalle  annualità 2015, 2016 e 2017 nell’ambito del PSR 2014/2020 a valere sulle  Misure M10.1 – “ pagamenti agro-climatico-ambientali”  – ed M11 – “Agricoltura biologica” – , di trasferire, totalmente o parzialmente, l’impegno sulla sottomisura 8.1 – intervento  8.1.1 – “sostegno alla forestazione e all’imboschimento” a decorrere dalla data del 15 giugno 2018.

Chi fosse interessato può prendere contatto con il tecnico CAA di riferimento presso l’ufficio zona di Confagricoltura al quale si rivolge abitualmente.

0 1939

Pubblicato l’avviso pubblico concernente modalità e criteri per la concessione degli aiuti previsti dalla MISURA 3 – Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari (Art 16 del Reg. (UE) n. 1305/2013).
Sottomisura 3.1 – Intervento 3.1.1 – Sostegno alla nuova partecipazione a sistemi di qualità.

Scarica il bando completo

0 1616

Il GAL Valle Umbra e Sibillini, in attuazione del PSR dell’Umbria 2014-2020, Misura 19 – Sottomisura 19.2 – Azione 19.2.1.04 del Piano di Azione Locale “Due Valli: un territorio”, tramite avviso pubblico intende finanziare interventi finalizzati al mantenimento e valorizzazione della fascia collinare olivata compresa nella dorsale Assisi-Spoleto.
Il termine entro il quale vanno presentate le domande di sostegno è il 24/11/2017.

Scarica l’avviso e la documentazione per la presentazione

0 1497

Pubblicato il bando di evidenza pubblica relativo alla  MIS 8.1 – intervento 8.1.1 “Sostegno alla forestazione e all’imboschimento” del PSR per l’Umbria 2014-2020

La scadenza per la presentazione delle domande di sostegno è fissata al 29 settembre 2017.

Sono disponibili, al seguente indirizzo internet, i fac- simili degli allegati da presentare alla domanda di sostegno:

http://www.regione.umbria.it/agricoltura/misura8/sottomisura8.1