Home News Anticipazione Pagamenti Domande Uniche 2019 D.M. 3 GIUGNO 2019

0 229

Gentile azienda,
Desideriamo informaVi che è in corso di pubblicazione il D.M. 3 giugno 2019 – avente ad oggetto il sistema di anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nell’ambito dei regime dei pagamenti diretti della PAC 2019.
AGEA ha inoltre precisato con la circolare del 12/06/2019 n. 51787, i criteri fissati dal D.M. in oggetto che regoleranno l’ammissibilità all’anticipazione del 50% dell’aiuto PAC 2019 entro il 31 luglio p.v.
Il decreto prevede la presentazione di una apposita domanda per la richiesta dell’anticipo da inoltrare all’Organismo Pagatore competente entro il termine del 20 giugno 2019.
L’anticipazione in oggetto è frutto di un provvedimento normativo di natura esclusivamente nazionale e, pertanto, gli interessi che verranno maturati, tra la data di anticipazione delle somme e la data del 30 giugno 2020 , costituiranno formalmente un “aiuto di Stato” che come tale è soggetto alla disciplina del Regolamento de minimis che stabilisce le soglie massime entro le quali gli Stati membri possono erogare pagamenti nazionali (DM 31/05/2017, n. 115)

Il D.M e la Circolare specificano che:
□   saranno considerate le misure per le quali sono stati finalizzati i controlli amministrativi di ammissibilità (aiuto di base, greening) è quindi escluso l’aiuto giovani ed i sostegni accoppiati;
□   sono esclusi dall’anticipazione i soggetti che già beneficiano dell’anticipazione bancaria dei contributi PAC attivata sulla base delle convenzioni sottoscritte dagli Organismi Pagatori con gli Istituti bancari;
□   restano escluse dalla base di calcolo le superfici dichiarate in domanda unica a pascolo, per le quali entro la data di scadenza del pagamento dell’aiuto non è possibile effettuare gli specifici controlli;
□   Il tasso di interesse applicato è pari a 0,89% che verrà quindi ascritto come aiuto nel Registro nazionale aiuti di Stato (regime de Minimis)
□   Non si procede alla concessione dell’anticipazione nei confronti di:
– soggetti aventi una situazione debitoria con importi esigibili e non esigibili ma comunque conosciuti dall’Organismo Pagatore;
– soggetti con provvedimenti di sospensione dei pagamenti attivati dall’Organismo Pagatore;
– soggetti con trasferimenti dei titoli in qualità di cedente non perfezionati al momento della concessione del finanziamento;
□   Non si procede all’anticipazione nel caso in cui l’importo dell’aiuto non trovi piena capienza dalle risultanze del Registro nazionale aiuti di Stato.
□   L’anticipazione non è concessa qualora l’importo da erogare sia inferiore a 750 euro. (quindi importo richiesto in domanda unica per titoli e greening inferiore a 1500 euro)
 Vi ricordiamo, infine, che per il pagamento è necessario  il requisito di AGRICOLTORE IN ATTIVITA’ per l’anno 2019, requisito che  verrà verificato anche in via preliminare alla messa in compilazione della domanda di accesso all’anticipo del 50%; raccomandiamo pertanto alle aziende già informate della mancanza di requisito in fase di compilazione della Domanda Unica 2019 di volerci fornire al più presto la documentazione utile alla gestione dell’istruttoria (Dichiarazione IVA 2019 relativa ai redditi IVA 2018).
Invitiamo gli interessati a manifestarci la volontà di richiedere l’ adesione all’anticipo IMMEDIATAMENTE e comunque NON OLTRE IL GIORNO 19 GIUGNO 2019 all’indirizzo e-mail caa.umbria@confagricoltura.it o direttamente ai tecnici dei nostri  uffici territoriali.